mercoledì 8 giugno 2016

ALITALIA - ADDIO ALLA DIVISA

 Oggi 8 giugno 2016, la giacca verde delle hostess Alitalia e la giacca blu degli stewards (che poverini non sono mai menzionati) viene definitivamente sostituita da un fantastico cappellino rosso, ispirato, come dice lo stilista che l'ha disegnato, alle cinque terre.... (e se vede..).
In questo modo gli assistenti di volo dell'Alitalia hanno voluto salutare la vecchia divisa. Hostess e steward hanno appeso i loro vecchi foulard e cravatte ad una catena in aeroporto. Nostalgici eh??!!!!!

Si un po' lo sono, e amano il loro lavoro.

Certo cambiare divisa dopo 18 anni per una categoria non è facile. La divisa è quel qualcosa che ti da un senso di appartenenza, ti fa sentire parte integrante di un gruppo. La divisa, è quell'abito che tutti critichiamo perché annulla la personalità, perché ci sta male, perché potevano farla più comoda, potevano farla più leggera, potevano farla di un colore diverso...

 Ma quando ce la cambiano, cavolo, era la cosa più fica e comoda del mondo.

Questo semplicemente perché non ci riconosciamo più, sembriamo colleghi di qualche altra compagnia aerea, non siamo più noi e questo ci destabilizza.
Tutti i cambiamenti sono destabilizzanti, soprattutto quando sono improvvisi e radicali. La divisa degli assistenti di volo Alitalia è stato davvero un cambiamento improvviso.

Si certo tutti sapevano che la divisa sarebbe cambiata, che sarebbe stata rossa e che avrebbe ricordato molto quella dell'Ethiad, ma nessuno sapeva il giorno esatto che sarebbe diventata ufficiale. Solo due/tre giorni fa è stato comunicato che dal'8 giugno tutti gli equipaggi in partenza da Fiumicino e Milano avrebbero dovuto indossare la nuova uniforme!!!
Un bel colpo per tutti.
E questa mattino girando per Fiumicino, Linate e Malpensa si vedevano cappellini rossi e giacche verdi passeggiare e parlare tra loro. Questo perché
alcuni equipaggi tornavano da turni partiti nei giorni precedenti e quindi ancora con la vecchia divisa, e altri in partenza oggi, obbligati ad indossare la nuova divisa.
Un vero tripudio di colori!!!!!!
Oggi Facebook è stato tempestato da selfie di assistenti di volo che immortalavano la vecchia divisa con didascalie tipo "ultimo volo", "addio vecchia divisa", ecc.
E nello stesso momento altre hostess si immortalavano con un trionfo di cappellini rossi, un malinconiche, un po' fanatiche. Perché diciamolo pure, sto rosso non è poi così brutto e il cappellino tanto criticato, in fondo, incuriosisce parecchio. E le hostess so femmine, e le femmine si sa non sono tutte uguali. Ognuna di loro ha avuto una reazione diversa.

Per gli assistenti di volo Alitalia è finita un'era. Questo si sente dire tra loro. Ma la divisa è solo la punta dell'iceberg chiaramente, è ciò che tutti vedono, ciò di cui tutti parlano ed è facile da criticare o da amare, ma la realtà è un'altra, dietro questo vistoso cambiamento si nasconde uno sconvolgimento totale di un lavoro molto particolare. La realtà Alitalia non è la più la stessa e coloro che lavorano per la compagnia di bandiera, oggi stanno subendo in prima persona un violento stravolgimento della vita privata e professionale.
Troppo spesso si è detto che era una categoria di privilegiati, ma io personalmente rifletterei su un umile pensiero.
"Se anche una categoria di privilegiati come erano loro, hanno perso tutto.... non dovrebbero aver paura tutte le altre categorie di lavoratori i Italia?"
Questa è solo una mia riflessione, questo blog non è assolutamente nato per aprire discussioni contrattuali o sindacali eh... non era la polemica lo scopo di questo piccolo articolo.

Questi giorni ho letto, come voi, centinaia di commenti, post e articoli su questo argomento non credo di avere nulla aggiungere...

...Volevo solo onorare una giornata come questa e dare voce e luce a tutte queste cravatte e foulard appesi che ho avuto la fortuna di incontrare.......

Buon volo a tutti

Nessun commento:

Posta un commento

lasciami una traccia del tuo passaggio