giovedì 23 gennaio 2014

LA DIVISA E' VERO CHE FA DIMENTICARE CHI LA INDOSSA?

Io la indosso da tanti anni, non dirò quanti, ma sono tanti.

La divisa e' quel capo che hai nell'armadio, in un'anta separata dalle tue cose perché non vuoi vederla quando non devi indossarla. Fa parte di un'altra vita, la parte di vita che vivi quando non sei a casa tua. Si perché ogni giorno che la indossi sai che stai indossando una maschera, non sei più tu, o almeno non sei più tu al 100%. Quando sei in divisa esce fuori una parte di te che di solito nella tua vita quotidiana non usi.
Il mio ex compagno sosteneva che già mentre mi stavo preparando in bagno cambiavo volto. Non ero più la stessa e ogni volta che rientravo a casa aspettava qualche ora prima di riparlare con me. Diceva che dovevo prima togliermi di dosso quell'atteggiamento.

La divisa e' elegante, ti rende bella, ma ti spersonalizza, questo
non è un male per questo tipo di lavoro, anzi ho scoperto con gli anni essere molto utile. L'uniformità e' indispensabile in questo tipo di lavoro, e si inizia dall'immagine. Questo è' utili per noi che ci lavoriamo, perché ci da un senso di appartenenza e per i passeggeri che facilmente ti identificano.

Credo di si, la divisa fa dimenticare chi la indossa. Sono sicura che nessuno dei milioni dei passeggeri che ho portato, ha mai provato a immaginare o intuire da dove venissi, che carattere avessi, che storia mi stavo portando sullo stomaco in quel momento, io ero sempre l'assistente di volo sorridente, elegante, gentile, disponibile e fortunata per il tipo di vita che facevo. Credo che la maggior domanda che si sono poste le persone che mi hanno incontrato sia stata "chissà quanto ha girato il mondo? Qual'e il posto che le è' piaciuto di più, ma ce lo avrà un fidanzato?"
Chi ero e chi sono veramente non se l'e' mai chiesto nessuno e sicuramente dalla divisa non si intuiva.

Però ricordatevi bene una cosa, un occhio attento capisce potrebbe capire tante tante cose osservando una hostess in divisa. Fidatevi!!!!!

2 commenti:

  1. http://capitan-mas-ideas.blogspot.com.es/2009/01/ununiforme-per-luniformita.html

    RispondiElimina

lasciami una traccia del tuo passaggio